CHI SIAMO

LO CHEF KOTARO NODA

Giapponese e laureato in marketing. Incontra la cucina italiana con Gualtiero Marchesi a Kobe, sotto la guida di un giovane Enrico Crippa.

Tra le sue esperienze in Italia più importanti degli esordi l’Enoteca Pinchiorri di Firenze. Seguono poi L’Enoteca La Torre di Viterbo, dove conquista nel 2010 una stella Michelin, e il Magnolia del Jumeirah Grand Hotel Via Veneto di Roma dove consegue le due forchette del Gambero Rosso. Noma e Geranium a Copenaghen le due brevi esperienze prima di tornare in Italia, nuovamente a Roma dove nel 2014 prende la guida della cucina di Bistrot64, qui nel 2017 conquista di nuovo la stella Michelin.

Attualmente è executive chef di Faro a Ginza Tokyo ed è proprietario e chef di Bistrot64.

LO CHEF KOTARO NODA

Giapponese e laureato in marketing. Incontra la cucina italiana con Gualtiero Marchesi a Kobe, sotto la guida di un giovane Enrico Crippa. Tra le sue esperienze in Italia più importanti degli esordi l’Enoteca Pinchiorri di Firenze.

Seguono poi L’Enoteca La Torre di Viterbo, dove conquista nel 2010 una stella Michelin, e il Magnolia del Jumeirah Grand Hotel Via Veneto di Roma dove consegue le due forchette del Gambero Rosso. Noma e Geranium a Copenaghen le due brevi esperienze prima di tornare in Italia, nuovamente a Roma dove nel 2014 prende la guida della cucina di Bistrot64, qui nel 2017 conquista di nuovo la stella Michelin.

Attualmente è executive chef di Faro a Ginza Tokyo ed è proprietario e chef di Bistrot64.

SIAMO IL BISTROT64

Siamo una team di giovani professionisti appassionati spinti dalla voglia di fare qualcosa di diverso nel panorama della gastronomia capitolina.

Dal nostro lavoro nasce la proposta di un’alta cucina che resta tuttavia vicina a molti, perché frutto dell’incontro di culture e di storie, innanzitutto le nostre.

SIAMO IL BISTROT64

Siamo una team di giovani professionisti appassionati spinti dalla voglia di fare qualcosa di diverso nel panorama della gastronomia capitolina.

Dal nostro lavoro nasce la proposta di un’alta cucina che resta tuttavia vicina a molti, perché frutto dell’incontro di culture e di storie, innanzitutto le nostre.

video

ANDREA MIKHAIL

Direttore di Sala

«Se fossi una posata?»
«è una domanda seria?»
«Sì, anche…»
«Allora ti direi un Coltello. Tagliente!»

video

GIACOMO ZEZZA

Sous Chef

«Se fossi un piatto?»
«Spaghetto ajo ojo e peperoncino un piatto semplice,
rincuorante che mette facilmente tutti d’accordo
(tranne gli allergici)»
«Sbottonati!»
«L’ajo spicca, l’ojo amalgama
e er peperoncino mena!»

video

MUSLIM MASIULAH

Pasticcere

«Massi se fossi un dolce<br>che dolce saresti?»
«…Troppo Dolce!»

video

NICOLA BACALU

Sommelier

«Nico se fossi una bottiglia?»
«Probabilmente sarei uno Champagne.»
«A siiii e perchè?!»
«Frizzante ed elegante.»
«Ma frizzante che intendi?»
«Bhè io so sempre stato un tipo frizzante!»

PRENOTA
UN TAVOLO AL BISTROT

PRENOTA

REGALA
UNA CENA AL BISTROT

ACQUISTA

NOVITÀ DEL BISTROT64

Iscriviti per essere il primo a ricevere notizie speciali e aggiornamenti sulle novità del Bistrot.